I contenuti di queste pagine web sono intesi e destinati all’aggiornamento
culturale dell’attività del medico veterinario

Il Gruppo di Studio sulla Leishmaniosi Canina è stato costituito con la finalità di ottenere un razionale e omogeneo approccio al paziente leishmaniotico. La prima riunione si è svolta a Roma il 26 novembre 2005, con il supporto di Hill’s Pet Nutrition, leader mondiale nell’alimentazione degli animali d’affezione. In modo particolare l’attività del G.S.L.C. è rivolta ad ottimizzare, nell’ambito della patologia indotta da Leishmania nel cane, i seguenti aspetti o iter:

  1. diagnostico
  2. terapeutico
  3. gestionale in assenza di crisi leishmaniotica
  4. prevenzione.

Il G.S.L.C. è costituito da diversi membri (vedi sezione Composizione), presieduto da un chairman, che contribuiscono per i seguenti settori d’interesse nell’ambito della Leishmaniosi: dermatologia, ematologia, epidemiologia, farmacologia e terapia, immunologia clinica, istopatologia, medicina interna, nefrologia, oftalmologia, patologia clinica e parassitologia.

Dal 14 Febbraio 2014 il G.S.L.C. si è trasformata in una Associazione Culturale Scientifica senza scopi di lucro per continuare la propria attività scientifica. Con il 31 dicembre 2017 è terminato il supporto con Hill’s Pet Nutrition. Dal 25 gennaio 2018 il G.S.L.C. è supportato da Ecuphar, azienda farmaceutica veterinaria multinazionale del gruppo Animalcare Ltd.

Composizione G.s.l.c.

I membri del G.S.L.C. al meeting di Roma, 21 febbraio 2020: (da sinistra a destra) Dr. Gradoni L., Dr. Zini E., Dr. Maroli M., Dr. Roura X., Prof. Paltrinieri S., Dr. D’Anna N., Prof. Zatelli A. e Prof. Lubas G. Nella foto manca la Dr.ssa Fondati A.

News del GSLC

Sull’ultimo numero della prestigiosa rivista scientifica Journal of Small Animal Practice è stato pubblicato un articolo da parte dei membri del Gruppo di Studio sulla Leishmaniosi Canina dal titolo “Leishmaniosi canina e malattia renale: Domande & Risposte per una gestione omnicomprensiva nella pratica clinica”.

Secondo Webinar Live sulla Leishmaniosi canina

Nel secondo Webinar Live sulla Leishmaniasi canina, gratuito, che si terrà il giorno 17 Novembre 2020 a partire dalle ore 13,30, organizzato in collaborazione con Ecuphar, verranno presi in esame i “repellenti” per uso topico attualmente disponibili in Italia utili per proteggere i cani dalla puntura dei flebotomi e quindi prevenire la trasmissione di Leishmania.

Questo documento è stato redatto a cura della dr.ssa Patrizia Parodi (Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero) con la collaborazione del Dr. Luigi Gradoni (ex Direttore di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità e membro del GSLC) per adeguare il livello di informazione allegata alla sorveglianza, come richiesto dall’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ai Paesi con notifica obbligatoria della leishmaniosi umana, come l’Italia.

Al fine di ottimizzare gli studi sugli aspetti della patologia indotta da Leishmania nel cane sono stati istituiti i tre sottogruppi di studio:

Gestione e implementazione di studi e protocolli sulla leishmaniosi canina: Dott. Michele Maroli (coordinatore), Dott. Nunzio D’Anna, Dott. Luigi Gradoni, Dott.ssa Alessandra Fondati, Prof. George Lubas, Prof. Saverio Paltrinieri, Dott. Xavier Roura, Dott. Andrea Zatelli, Dott. Eric Zini

Nefrologia e Leishmaniosi: Dott. Andrea Zatelli, Dott. Xavier Roura, Prof. Michael Day, Prof. Oscar Cordellas, Dott.ssa Silvia Benali.

Gestione e promozione del GSLC: Prof. George Lubas (coordinatore), Dr.ssa Paola Bianchi.