I contenuti di queste pagine web sono intesi e destinati all’aggiornamento
culturale dell’attività del medico veterinario

Secondo semestre 2011

Nel secondo semestre del 2011 si è svolta la riunione autunnale del GSLC a Roma (4 Novembre) dove sono stati delineati i programmi di attività per il 2012.
In occasione di questo incontro è stata discussa la lettera di dimissioni del dr. Alberto Crotti dal GSLC. Il dr. Crotti era il referente nel GSLC per l’oftalmologia e si occupava principalmente, vista la specifica competenza, delle relazioni tra leishmaniosi e patologie oculari.

I membri del GSLC esprimendo rammarico per questa decisione hanno comunque accettato le dimissioni del dr. Crotti, la cui figura professionale è stata di grande ausilio per la parte scientifica e per il raccordo con SCIVAC-EV. La competenza del dr. Crotti non verrà sostituita all’interno del GSLC, ma se sarà necessaria una specifica consulenza su questo ambito scientifico, sarà consultato primariamente sempre il dr. Crotti.

I membri del GSLC hanno anche discusso la messa a punto del progetto di ricerca “Valutazione dei tempi di remissione clinica e di laboratorio in cani con proteinuria associata a leishmaniosi sottoposti a protocolli terapeutico-gestionali diversi”.

Nella stessa riunione è stata valutata la produzione scientifica alla base dell’azione del domperidone (Leisguard®, Esteve) nel controllo della leishmaniosi canina. Il GSLC si è riservato di pronunciarsi sull’efficacia del prodotto, poichè la produzione scientifica a supporto di questo prodotto non è ancora ampiamente dimostrata dalla pubblicazioni di una serie di lavori su riviste internazionali peer-reviewed.

Infine è stata discussa la bozza di un documento linea guida circa la prognosi e il monitoraggio nella leishmaniosi canina e sono stati definiti gli ambiti di collaborazione tra GSLC e Hill’s Pet Nutrition per l’anno 2012, azienda che fin dalla costituzione del gruppo ne ha sempre supportato l’attività scientifica.

News del GSLC

Sull’ultimo numero della prestigiosa rivista scientifica Journal of Small Animal Practice è stato pubblicato un articolo da parte dei membri del Gruppo di Studio sulla Leishmaniosi Canina dal titolo “Leishmaniosi canina e malattia renale: Domande & Risposte per una gestione omnicomprensiva nella pratica clinica”.

Secondo Webinar Live sulla Leishmaniosi canina

Nel secondo Webinar Live sulla Leishmaniasi canina, gratuito, che si terrà il giorno 17 Novembre 2020 a partire dalle ore 13,30, organizzato in collaborazione con Ecuphar, verranno presi in esame i “repellenti” per uso topico attualmente disponibili in Italia utili per proteggere i cani dalla puntura dei flebotomi e quindi prevenire la trasmissione di Leishmania.

Questo documento è stato redatto a cura della dr.ssa Patrizia Parodi (Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero) con la collaborazione del Dr. Luigi Gradoni (ex Direttore di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità e membro del GSLC) per adeguare il livello di informazione allegata alla sorveglianza, come richiesto dall’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ai Paesi con notifica obbligatoria della leishmaniosi umana, come l’Italia.

Al fine di ottimizzare gli studi sugli aspetti della patologia indotta da Leishmania nel cane sono stati istituiti i tre sottogruppi di studio:

Gestione e implementazione di studi e protocolli sulla leishmaniosi canina: Dott. Michele Maroli (coordinatore), Dott. Nunzio D’Anna, Dott. Luigi Gradoni, Dott.ssa Alessandra Fondati, Prof. George Lubas, Prof. Saverio Paltrinieri, Dott. Xavier Roura, Dott. Andrea Zatelli, Dott. Eric Zini

Nefrologia e Leishmaniosi: Dott. Andrea Zatelli, Dott. Xavier Roura, Prof. Michael Day, Prof. Oscar Cordellas, Dott.ssa Silvia Benali.

Gestione e promozione del GSLC: Prof. George Lubas (coordinatore), Dr.ssa Paola Bianchi.